eco productspreservative-free

Inoltre, in seguito all'osservazione di un aumento del numero di reazioni allergiche al MIT (metilisotiazolinone), il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Prodotti Cosmetici (SCCS) della Commissione Europea ha emesso una serie di raccomandazioni per interrompere l’utilizzo di MIT nei prodotti senza risciacquo, tra cui anche salviette umide e cosmetici.

Prodotti che possono contenere conservanti

Oggi possiamo trovare conservanti nei prodotti con preparazione a base d’acqua, come cosmetici, detergenti, prodotti per la pulizia, tinte e adesivi.

Impatto sulla salute

Innanzitutto è bene ricordare che queste sostanze sono sensibilizzanti e possono causare dermatiti allergiche da contatto. La reazione allergica può presentarsi tra le 24 e le 96 ore dopo l’esposizione ai prodotti.

Quali sono i sintomi? Prurito, eritema o vesciche sulla superficie della pelle che è entrata in contatto con la sostanza usata o che è stata esposta ai suoi vapori.

Infatti, gli isotiazolinoni sono sostanze volatili e i vapori che rilasciano possono scatenare reazioni cutanee.

Impatto ambientale

Essendo estremamente tossici, sono dannosi per tutti gli ambienti naturali e gli animali che li popolano.

Conservanti in Europa

Concentrazione massima consentita nei cosmetici:

  • Nei prodotti a risciacquo: 0,0015% se usato da solo, 0,0015% totale con CMIT (metilcloroisotiazolinone) nel rapporto 3/1:3 MIT a 1 CMIT.
  • L’uso è proibito nei prodotti senza risciacquo

Studi e fonti

Regolamento (UE) n. 1003/2014 della Commissione europea del 18 settembre 2014

impararedi più

2021-04-21

I conservanti isotiazolonici sono nemici dei dermatologi

Isothiazolinone conservanti, presenti in molti prodotti anti-parabeni, causano un sacco di allergie! Sommario: I conservanti sono stati utilizzati per molto tempo, principalmente, ma non esclusivamente, dalle industrie cosmetiche. Lo scopo […]