Scopri i benefici dell'acqua del mare per la pelle

Scopri i benefici dell’acqua del mare per la pelle

Certificazione ecologica: l'importanza dei cosmetici biologici nel mondo della nautica
Certificazione ecologica: l’importanza dei cosmetici biologici nel mondo della nautica
2021-10-29
Sostenibilità Nautica: contribuisci alla conservazione degli oceani con la tua barca
Sostenibilità nautica: contribuisci alla conservazione degli oceani con la tua barca
2021-11-16

Conoscere come utilizzare al meglio l’acqua di mare per la tua salute

L’acqua di mare può essere un grande alleato nella cura della pelle. Dopo tutto, contiene minerali preziosi come cloro, bromo, calcio, magnesio e iodio. E questi, a loro volta, aiutano a combattere le infezioni e i disturbi della cute. Inoltre, c’è anche la presenza di sale, che aiuta a idratare profondamente e delicatamente la pelle.

Tuttavia, anche se l’acqua di mare può fare molto bene alla pelle, ci sono alcune precauzioni che devono essere prese. Ecco perché, con riferimento allo studio del dermatologo Antonino di Pietro, parleremo delle principali precauzioni da prendere per poter potenziare tutti i benefici dell’acqua di mare. E, di conseguenza, cosa fare per evitare possibili problemi con esso.

L’acqua di mare fa bene alla pelle?

La risposta è sì. I minerali che compongono l’acqua di mare hanno un effetto disinfettante. Inoltre, aiutano a potenziare l’azione di alcune proteine che possono agire in modo antisettico e antifungino. Così, aiuta a prevenire e combattere le infezioni e inibisce lo sviluppo di organismi fungini. Il sale, a sua volta, pulisce e ammorbidisce la pelle, contribuendo all’equilibrio del film idrolipidico – la sottile pellicola composta da acqua e lipidi che copre la pelle. Pertanto, provoca un’accelerazione del ripristino naturale delle nostre barriere cutane.

Il contatto con l’acqua di mare può alleviare le malattie della pelle come l’acne e la dermatite seborroica, e migliorare le cicatrici e le ferite. Può anche giovare a chi soffre di psoriasi – una malattia che si presenta con chiazze coperte da piccole squame.

L'acqua di mare fa bene alla pelle.

L’acqua di mare aiuta a potenziare l’azione di alcune proteine ​​nel corpo. Inoltre, ha un effetto curativo e disinfettante.

Quando l’acqua salata può essere dannosa?

L’acqua di mare può essere pregiudizievole per la pelle se combinata con una grande esposizione al sole. Questo accade perché i cristalli di sale contenuti nell’acqua amplificano l’effetto dei raggi solari. Questo, a sua volta, agisce come una sorta di piccoli specchi sparsi sulla pelle, intensificandone la disidratazione. Pertanto, la pelle diventa secca.

Per mantenere tutti i benefici dei bagni di mare, la cosa più consigliata è di fare sempre un bagno d’acqua dolce dopo aver lasciato il mare. Con questo, si rimuovono questi residui di cristalli di sale dalla pelle. Inoltre, secondo un’intervista al Corriere della Sera, c’è un problema ricorrente che colpisce la pelle in estate. “L’acne da idrocarburi” si verifica quando le persone fanno il bagno in mari che non sono completamente puliti e privi di inquinamento da carburante. L’olio bruciato lascia uno strato invisibile nell’acqua che si appoggia sulla pelle e reagisce solo con il contatto al sole. Il risultato può essere pori ostruiti e un’infiammazione della pelle chiamata acne idrocarburica. In altri casi, può essere una reazione allergica a queste sostanze che porta a una sensazione di prurito.

Bagno in acqua dolce dopo il bagno in mare e dopo il sole.

Dopo il bagno in mare, si raccomanda sempre una doccia con acqua dolce e l’uso di un prodotto doposole.

Come evitare di peggiorare i sintomi della rosacea?

Come spiegato sopra, è importante mantenere l’acqua salata sulla pelle il minimo possibile. Per ridurre al minimo i sintomi della rosacea, è importante che questo risciacquo avvenga il prima possibile. Inoltre, è indicato l’uso di creme lenitive e di una buona lozione doposole. Infine, bere molta acqua assicura una corretta idratazione della pelle. Questo aiuta a preparare la pelle ad affrontare lo stress causato dal sole, dal vento e dalla salinità.

Fonte: Prof. Antonino Di Pietro

Oltre alla pelle, l’acqua di mare fa anche bene alla salute!

Come riportato in precedenza, l’acqua di mare ha molti componenti naturali. Pertanto, può essere considerata un’acqua minerale completa. In combinazione con il clima marino, quest’acqua ha un valore terapeutico con effetti unici. La sua azione rivitalizzante si sente in tutto il nostro organismo.

Per capire meglio l’acqua di mare, è importante capire meglio di cosa è fatta.

Composizione chimica dell’acqua di mare

La caratteristica principale dell’acqua di mare è la sua salinità. Ha una media di 350, o 35 g/l, il che corrisponde a circa tre cucchiai generosi di sale in un litro d’acqua. Di questo, circa 270 è composto da cloruro di sodio NaCl. Il resto è costituito da sali di magnesio, calcio e potassio. La composizione dei sali contenuti nell’acqua di mare è quasi costante in tutti i mari del mondo. La concentrazione, invece, può variare a seconda della latitudine e delle stagioni dell’anno.

Il mare è il sale del nostro pianeta

La salinità dell’acqua di mare è più bassa nei mari polacchi e più alta in quelli tropicali, a causa della forte evaporazione. Ad esempio, nel Mar Mediterraneo, la salinità varia da 36 a 39 grammi per litro. Nel Mar Rosso e nel Golfo Persico c’è una salinità leggermente superiore.

La salinità più bassa si trova nelle acque del Mar Nero e vicino alle foci dei grandi fiumi. La salinità media delle acque superficiali aumenta invece significativamente nei tre oceani: Atlantico, Indiano e Pacifico.

L’acqua di mare e il suo pH

Proprio come vi abbiamo detto in precedenza su come funziona il pH e la sua relazione con la nostra pelle e i nostri capelli, anche l’acqua di mare ha il suo pH. È considerato alcalino, poiché ha un pH tra 7,5 e 8,4. Per questo motivo neutralizza l’acidità della pelle e dei capelli. Ed è per questo che richiede anche cure, con shampoo e balsamo equilibrati per mantenere l’equilibrio del pH.

L'abbinamento dell'acqua dolce con un buon shampoo e balsamo dopo il bagno in mare è fondamentale.

Si raccomanda sempre di usare un buon shampoo e balsamo con pH equilibrato dopo il bagno in mare.

Fonte: Fontenova

gdpr-image
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Potete continuare a navigare, accettando questi cookies, cliccando su ok.
Codice della Privacy