Come i coloranti chimici inquinano l’acqua del pianeta

I conservanti isotiazolonici sono nemici dei dermatologi
2021-04-21
Nagua: conheça a nossa história e saiba como tudo começou!
Nagua: conosci la nostra storia e impara come tutto è cominciato!
2021-04-24

Una crisi invisibile: i coloranti chimici stanno inquinando le acque del nostro pianeta!

Sommario:

I coloranti causano una crisi invisibile: così ha definito la Banca Mondiale. Questo si riferisce all’inquinamento dell’acqua, una piaga che porta scompiglio sul pianeta. Dalla sopravvivenza umana e animale alla scomparsa di interi habitat, l’inquinamento delle falde acquifere compromette la sopravvivenza di intere aree del mondo. L’industria della moda e del tessile contribuisce molto a questa crisi.

Oltre a utilizzare grandi quantità d’acqua, infatti, le aziende sono responsabili della reintroduzione nell’ambiente di acqua non trattata e inquinata da microplastiche e agenti chimici. Le Nazioni Unite stimano che l’80-90% delle acque reflue viene scaricato nell’ambiente senza essere stato sottoposto a trattamento.

La contaminazione dell’acqua non si limita alle fabbriche

Lavare un chilo di vestiti sintetici è capace di rilasciare nell’acqua centinaia di migliaia di micro-plastiche, porzioni di materiale sintetico che si accumulano nel corpo umano e nelle specie animali destinate al consumo alimentare. Le implicazioni per la salute umana sono ancora sconosciute. Secondo il CDP, H&M è stata l’unica azienda a menzionare le microplastiche nelle sue dichiarazioni. Si stima che il lavaggio dei vestiti sintetici sia una delle principali fonti di microplastiche nell’ambiente acquatico, circa il 35% del totale: il settore dell’abbigliamento è chiamato a rispondere.

Fonte: L’economia ripartirà?