Cosmetici solidi: un’alternativa per minimizzare l’impatto della plastica sull’ambiente!

61º Salone Nautico di Genova
Nagua sarà al 61° Salone Nautico Internazionale di Genova
2021-09-10
PH ideal: come scegliere il prodotto giusto!
PH ideale: come scegliere il prodotto giusto!
2021-10-15

Nagua presenta la sua gamma di cosmetici solidi: packaging sostenibile e qualità a portata di mano!

I cosmetici solidi Nagua sono stati ideati per una perfetta cura personale e al contempo per aiutare la preservazione dell’ambiente! Le nostre materie prime sono tutte di origine naturale. Questo significa che usando i nostri cosmetici solidi, non stai rilasciando plastiche e microplastiche nell’ambiente marino.

Inoltre, la cosmesi solida Nagua è perfetta per aiutare a ridurre gli imballaggi di plastica! Dopo tutto, il nostro imballaggio è senza plastica e sostenibile.

Vantaggi della linea cosmesi solida

Utilizzare la linea di cosmetica solida di Nagua ha molti vantaggi. Ecco alcuni:

  • Ecosostenibilità:i cosmetici solidi Nagua sono fatti con formule concentra te. Ciò significa che un prodotto, che è relativamente più piccolo, corrisponde approssimativamente a due confezioni di un prodotto abituale. Cioè, un prodotto solido di 70 grammi corrisponde a due bottiglie di plastica di 150 ml. Quindi, è un doppio risparmio! Dopotutto, dovrete comprare solo un prodotto invece di due e di conseguenza, contribuirete a ridurre lo smaltimento degli imballaggi di plastica. Un altro punto importante riguarda l’impatto di questa plastica quando viene rilasciata in natura. Una bottiglia di plastica può impiegare da 100 a 1000 anni per decomporsi, mentre il cartone ha bisogno solo di 2 mesi. Inoltre, se avete il compostaggio, potrete smaltire gli imballaggi senza danneggiare la natura ne produrre ulteriori rifiuti. Potete scoprire di più sul compost cliccando qui.
  • Trasporto: Rispetto al trasporto di prodotti tradizionali, i prodotti solidi riducono il peso e il volume delle merci trasportate. Pertanto, contribuiscono direttamente alla riduzione delle emissioni di CO2. Inoltre, i nostri prodotti possono essere comodamente trasportati nel bagaglio a mano sugli aerei perché non contengono liquidi. Un’ottima alternativa per portarli anche in vacanza.
  • Qualità: I prodotti Nagua sono fatti con molta cura, cerchiamo sempre di rispettare l’equilibrio tra la sostenibilità e il rispetto per la natura con le esigenze del consumatore. Inoltre, i nostri profumi, con estratti naturali, aprovati da AIAB sono speciali e vi conquisteranno!

Per riflettere: l’impatto della plastica sull’oceano

Uno studio pubblicato su Frontiers in Marine Science ha rivelato che ci sono almeno 14 milioni di tonnellate di plastica in 3 chilometri di profondità dell’oceano. Le microplastiche sono le principali responsabili di queste cifre. Ma cosa sono le micro-plastiche?

L'impatto della plastica sulla natura

La plastica, le microplastiche e i loro derivati sono molto dannosi per la natura.

Conoscere le microplastiche nell’oceano

Le microplastiche sono delle piccole particelle di plastica che inquinano i nostri mari e oceani. Hanno un diametro compreso tra 330 micrometri e 5 millimetri. Sono il risultato della dispersione della plastica nell’ambiente. Questo perché le plastiche si dissolvono in frammenti più piccoli dovuto ad una varietà di cause. Dall’effetto dei raggi ultravioletti al vento, dalle onde, ai microbi e dalle alte temperature.
Le microplastiche, inoltre, possono provenire anche direttamente dai nostri rubinetti attraverso i lavaggi di tessuti con fibre sintetiche, dall’utilizzo di prodotti con ingredienti derivati dal petrolio, da alcuni cosmetici con sfolianti o dentifrici, ecc.

L'impatto della plastica sull'ambiente marino

Il 73% dei pesci che vivono tra 200 e 1000 metri di profondità hanno micro-plastiche nel loro corpo.

Questi frammenti finiscono nella catena alimentare della vita marina, ingeriti e accumulati nel corpo e nei tessuti di molti organismi. Inoltre, tra il 15 e il 20% delle specie marine che consumiamo contengono microplastiche nel loro corpo. E questa cifra sale al 73% se consideriamo l’ingestione di pesci che vivono tra 200 e 1000 metri di profondità. . Così tutto finisce sulle nostre tavole e nei nostri corpi con seri rischi per la salute umana, oltre che quella degli animali marini.

Fonte: Tutti.ch